POLETTI LUCIA CAPOLISTA
Mi Chiamo Lucia Poletti, sono assessore pro tempore del Comune di Lugo con delega al welfare e nuove povertà. Ho quasi sessant’anni, vivo a Lugo da sempre. Il mio percorso professionale ha avuto inizio nel 1984 al Centro di Formazione Professionale di Villa San Martino, in cui ho operato per oltre 15 anni occupandomi di ragazze e ragazzi fuoriusciti - a vario titolo - dai percorsi dell’istruzione, di giovani che abbisognavano di interventi professionalizzanti per accedere più agevolmente al mondo del lavoro e di chi presentava profili di fragilità e/o rischi di emarginazione sociale. Sono tematiche queste di cui l’ente da cui provengo si occupa a pieno titolo tutt’ora. Nel marzo del 2000 mi sono trasferita al Centro per l’Impiego di Lugo, dove sono ancora oggi e dove svolgo attività di orientamento al lavoro e promozione di politiche attive e di contrasto alla povertà, per le persone che si rivolgono al servizio. Mi occupo di chi vive condizioni più o meno transitorie di disagio dovuto alla mancanza di un lavoro, a volte alla mancanza di una professionalità spendibile o comunque alla difficoltà di approcciare positivamente il mercato. Offro loro sostegno nell’individuazione di strategie che possano aiutarli ad uscire o mediare con le difficoltà che incontrano in tale contesto e importanti sono gli strumenti che la Regione mette a disposizione, anche attraverso altri attori - enti pubblici e privati - del territorio, che collaborano in rete con noi. Nel ruolo di assessore, che occupo ormai da quasi due anni, ho avuto modo di conoscere la struttura e la complessità dei nostri servizi, e la progettualità che li sostiene. Fra gli altri, ho fatto mio l’obiettivo di implementare e promuovere lo sviluppo di forme di welfare generativo di comunità, la cui regia deve restare saldamente ancorata al pubblico. Un sistema di servizi integrato da privati e associazioni presenti nel territorio perché amplifichi l’efficacia degli interventi delle politiche sociali e permetta di mantenere al centro la persona e la specificità del bisogno espresso; dobbiamo dare risposte vere, concrete, ai bisogni dei cittadini. Più in generale, il mio intento è contribuire a determinare una comunità resiliente, non spaventata, intimorita e indurita dalla paura e dal bisogno, ma capace di comprendere e reagire positivamente ai cambiamenti sociali, economici ed ambientali in atto, perché sostenuta da una politica attenta e solidale, che promuova interventi e comportamenti equi ed inclusivi. In una parola, una politica di sinistra.
Mi Chiamo Lucia Poletti, sono assessore pro tempore del Comune di Lugo con delega al welfare e nuove povertà. Ho quasi sessant’anni, vivo a Lugo da sempre. Il mio percorso professionale ha avuto inizio nel 1984 al Centro di Formazione Professionale di Villa San Martino, in cui ho operato per oltre 15 anni occupandomi di ragazze e ragazzi fuoriusciti - a vario titolo - dai percorsi dell’istruzione, di giovani che abbisognavano di interventi professionalizzanti per accedere più agevolmente al mondo del lavoro e di chi presentava profili di fragilità e/o rischi di emarginazione sociale. Sono tematiche queste di cui l’ente da cui provengo si occupa a pieno titolo tutt’ora. Nel marzo del 2000 mi sono trasferita al Centro per l’Impiego di Lugo, dove sono ancora oggi e dove svolgo attività di orientamento al lavoro e promozione di politiche attive e di contrasto alla povertà, per le persone che si rivolgono al servizio. Mi occupo di chi vive condizioni più o meno transitorie di disagio dovuto alla mancanza di un lavoro, a volte alla mancanza di una professionalità spendibile o comunque alla difficoltà di approcciare positivamente il mercato. Offro loro sostegno nell’individuazione di strategie che possano aiutarli ad uscire o mediare con le difficoltà che incontrano in tale contesto e importanti sono gli strumenti che la Regione mette a disposizione, anche attraverso altri attori - enti pubblici e privati - del territorio, che collaborano in rete con noi. Nel ruolo di assessore, che occupo ormai da quasi due anni, ho avuto modo di conoscere la struttura e la complessità dei nostri servizi, e la progettualità che li sostiene. Fra gli altri, ho fatto mio l’obiettivo di implementare e promuovere lo sviluppo di forme di welfare generativo di comunità, la cui regia deve restare saldamente ancorata al pubblico. Un sistema di servizi integrato da privati e associazioni presenti nel territorio perché amplifichi l’efficacia degli interventi delle politiche sociali e permetta di mantenere al centro la persona e la specificità del bisogno espresso; dobbiamo dare risposte vere, concrete, ai bisogni dei cittadini. Più in generale, il mio intento è contribuire a determinare una comunità resiliente, non spaventata, intimorita e indurita dalla paura e dal bisogno, ma capace di comprendere e reagire positivamente ai cambiamenti sociali, economici ed ambientali in atto, perché sostenuta da una politica attenta e solidale, che promuova interventi e comportamenti equi ed inclusivi. In una parola, una politica di sinistra.
POLETTI LUCIA CAPOLISTA
Sinistra per lugo
Sinistra per lugo